15 messaggi
Pagina 1 di 1

Domanda?

da P.PIER il 11 ott 2010 15:37


Ma le tigelle sono l'equivalente del gnocco fritto?

Re: Domanda?

da Bob il 11 ott 2010 15:41


P.PIER ha scrittoMa le tigelle sono l'equivalente del gnocco fritto?

Mi sembra più o meno, di sì. Tigelle, o crescentine, o gnocco fritto, o torta fritta. A seconda delle zone. Forse, le crescentine o tigelle risultano essere più ...focacciose, mentre lo gnocco fritto è più ... calzone.
Ma magari mi sbaglio.

"Sul vino, bevo qualunque cosa mi raccontiate, sul cibo, ci mastico abbastanza"

da capohog il 11 ott 2010 15:43


In realtà le tigelle sono più simili a piadine come impasto, sono più piccole e cotte tra due testi.

96 cubic inch of good vibs

da santippe28 il 11 ott 2010 15:51


NOOOOO eresia , le tigelle sono molto diverse dallo gnocco fritto !
brisa per critichèer , ma la mia metà emiliana , è tutta in subbuglio . Cialtrons ! :lol:

da luc83 il 11 ott 2010 15:54


per me sono due cose tanto diverse:
la tigella come diceva capohog è tipo una piadina mignon più spessa nella quale ci puoi infilare salumi di ogni sorta tagliandola a metà...
lo gnocco fritto è un impasto appunto fritto e croccante...

devono tornare assolutamente in emilia, mi sta venendo voglia ;)

in rete ci sono molte foto esplicative

da santippe28 il 11 ott 2010 15:59


le tigelle sono tipiche dell'appennino modenese e si mangiano con un battuto di lardo aglio rosmarino e parmigiano , lo gnocco fritta , detto in dialetto anche carsenta fritta ( crescenza perchè deve crescere o meglio lievitare ) si mangiano con i salumi , soprattutto con prosciutto crudo . La torta fritta , per me è un'altra cosa ancora , e cioè una specie di gnocco , ma non lievitata .

da P.PIER il 11 ott 2010 17:25


Eh beh giovani :lol: :lol: !!! ma allora fuori la ricetta per il gnocco fritto!!! :lol:

da nebbiolo75 il 11 ott 2010 17:29


P.PIER ha scrittoEh beh giovani :lol: :lol: !!! ma allora fuori la ricetta per il gnocco fritto!!! :lol:


ora...non ci chiedere troppo :-) magari ti accompagniamo volentieri a mangiarne un po' :-D

E' difficile dar da mangiare alla gente che non ha fame

da santippe28 il 11 ott 2010 17:32


grazie per il bella e giovane , ma per lo gnocco ci sono varie ricette che sicuramente vale la pena di scoprire seguendo i consigli dell'ottimo Nebbiolo :wink:

da miciagilda il 12 ott 2010 12:49


santippe28 ha scrittole tigelle sono tipiche dell'appennino modenese e si mangiano con un battuto di lardo aglio rosmarino e parmigiano , lo gnocco fritta , detto in dialetto anche carsenta fritta ( crescenza perchè deve crescere o meglio lievitare ) si mangiano con i salumi , soprattutto con prosciutto crudo . La torta fritta , per me è un'altra cosa ancora , e cioè una specie di gnocco , ma non lievitata .


Naaah! Errore di sbaglio. :wink:

Quelli col battuto di lardo ecc. sono i borlenghi (o burlenghi) e sono delle enormi "crepes" sottilissime e croccanti che vengono servite calde già condite e piegate in 4. La loro preparazione proviene da una lunga e antichissima tradizione e per poterle fare occorrono dei padelloni particolari di un ben preciso materiale (diconsi cotte o cottole e il borlengo viene cotto tra due strati di metallo).

Poi ci sono le tigelle che sono invece più simili a dei panini piatti e tondi di circa 10 cm. di diametro, NON fritti: queste sono normalmente utilizzate tagliandole sul mezzo e farcendole con dei salumi.

Infine il gnocco fritto o torta fritta (zona del piacentino) che somiglia a una chiacchera di carnevale milanese (croccante e col bordo spesso ritagliato a zig-zag) che è sottile, e che viene fritta nello strutto e fa le bolle d'aria all'interno.
Esiste una variante del gnocco fritto che è una specie di panino tondeggiante con una sorta di mollica morbida all'interno e la crosticina friabile fuori: è fatto con la pasta del pane (o qualcosa di molto simile) fritta nello strutto.

da santippe28 il 12 ott 2010 13:00


no sull'alto appennino modenese le tigelle si servono rigorosamente con il battuto di lardo e non sono fritte , sonodischetti e non si piegano in 4 , si tagliano in mezzo e si condiscono col trito di lardo rosmarino aglio e parmigiano. Zona : Montefiorino e dintorni si fa così , poi è venuta di moda la tigella con nutella ed altri salumi

da miciagilda il 12 ott 2010 13:24


Il battuto di lardo però con le tigelle te lo servono a parte e lo spalmi tu. E sì, son quelle che dico anch'io. Ma lì il parmigiano non c'è.

Quelli che invece vengono cotti direttamente col battuto di lardo E il parmigiano sono i borlenghi.

Le zone son quelle, a parte che i borlenghi sono in una zona molto più circoscritta rispetto alle tigelle.

da Bob il 12 ott 2010 15:44


i barlenghi sono come i balenghi? Se sono grassi, il lardo c'è.

vabbè, è abbastanza pietosa..... :oops:

"Sul vino, bevo qualunque cosa mi raccontiate, sul cibo, ci mastico abbastanza"

da miciagilda il 12 ott 2010 15:52


...come battuto è ottimo, come battuta invece... :?

Quì trovi la risposta

da GraziaCucc il 15 gen 2012 20:38


Ciao su questo sito trovi molto chiarimenti sulla tigella
SPIACENTE, PER LA PUBBLICITA' ESPLICITA LEGGERE IL REGOLAMENTO DELLA SEZIONE GRAN BAZAR, GRAZIE. LO STAFF
ciao :)
Grazie[/url]

15 messaggi
Pagina 1 di 1
Vai a

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite

Moderatore: capohog